L’Aulin è tossico,ritirato in tutto il mondo tranne in Italia

Il principio attivo del farmaco, la nimesulide, è risultato tossico per il fegato

Il principio attivo del farmaco, la nimesulide, è risultato tossico per il fegato

Negli USA non è mai stato approvato. I primi Paesi a ritirare dal mercato i medicinali contenenti nimesulide (per l’Italia il farmaco di marca più noto è l’Aulin, ma sono disponibili anche i generici-equivalenti) erano stati, nel 2002, Spagna e Finlandia, seguite nel 2007 dall’Irlanda. La decisione era stata presa dopo diverse segnalazioni di casi di tossicità al fegato. In altri Paesi, come ad esempio il Regno unito, questi medicinali non sono mai stati commercializzati. Allora come mai in Italia continuano a essere venduti? Ce lo chiedono in molti: in rete circolano diverse informazioni, non sempre vere, al riguardo. Ricordiamo che anche sui farmaci si può risparmiare, scegliendo il farmaco meno caro a parità di principio attivo. 
Nel corso di diversi anni, dal 2002 al 2011, l’Agenzia europea del farmaco (Ema), ha più volte avviato una procedura di raccolta e analisi dei dati disponibili sulla nimesulide per decidere se ritirare oppure lasciare in commercio i farmaci nei Paesi europei in cui sono ancora venduti. In seguito ai processi di revisione (l’ultimo voluto dalla Commissione europea nel 2010), l’Agenzia ha concluso che i benefici che i farmaci apportano superano i rischi: la nimesulide perciò resta in commercio, anche se dev’essere considerata un antidolorifico di seconda scelta. 
Gli effetti collaterali sul fegato, però, sono stati confermati. Per questo, per ridurre al minimo il rischio nei pazienti, l’Agenzia europea del farmaco raccomanda tempi e modalità precisi per l’assunzione di nimesulide. Non deve essere usata da pazienti con problemi al fegato. È indicata solo per il trattamento del dolore acuto (mentre prima veniva usata anche in casi di dolore cronico) e dei dolori mestruali. Deve essere utilizzata solo per brevi periodi, al massimo 15 giorni. La dose massima giornaliera è di 200 mg (pari a due bustine o due compresse).

Annunci

Il Selfie più pericoloso di sempre…

L’autoscatto di Christian, inseguito da un toro durante l’Houston Bull Run.

L’autoscatto di Christian, inseguito da un toro durante l’Houston Bull Run.

E’ un’immagine grottesca quella che state vedendo,un selfie( tradotto dallo slang come autoritratto fotografico, tipicamente eseguito con uno smarphone),mostra come  questo nuovo tipo di istantanea sia ormai sdoganata in tutti gli angoli del mondo.Immagine TOP di questa settimana.

Contro l’Alzheimer c’è l’olio extravergine di oliva

Galleria

Questa galleria contiene 1 immagine.

Ancora Dieta Mediterranea. Ancora olio di oliva, quello più “puro”, l’extravergine. Uno studio italiano pubblicato su Plos One e condotto dai ricercatori dell’Università di Firenze ha scoperto che il “succo” extravergine d’oliva è uno scudo contro l’Alzheimer e le altre … Continua a leggere

Studio conferma: “L’attività fisica cambia le cellule adipose”

Galleria

Questa galleria contiene 1 immagine.

Come tutti sappiamo le cellule del nostro organismo contengono DNA (Acido desossiribonucleico) che a sua volta racchiude le unità fondamentali del processo ereditario, ovvero i geni. Questi ultimi, provenienti dai nostri genitori, non possono essere sostituiti, tuttavia attraverso la cosiddetta … Continua a leggere