Samsung presenta il Note 3,nuovo phablet da 5,7 pollici

20130905-060428.jpgDa tre anni a questa parte il mese di settembre è sinonimo di Samsung e di Galaxy Note. Dal primo esemplare, il famoso N7000, presentato durante l’IFA di Berlino del 2011 sono passati solo tre anni ma tre anni di intense evoluzioni tecnologiche che hanno portato lo smartphone ad essere “il migliore amico dell’uomo” e hanno in qualche modo fatto sì che con esso si riuscisse ad interagire proprio come se si avesse in mano un piccolo computer. Il Note di Samsung è stato senza dubbio un terminale rivoluzionario, non tanto per la presenza di un comparto hardware importante ed al passo con i tempi, ma per il mercato a cui si è voluto affacciare dando vita ad un segmento, quello dei phablet, mai visto prima di allora e a cui nessuno pensava. Il 2012 è stato poi l’anno della conferma con la seconda versione del Note, nome in codice N7100/N7105. Un concentrato di vera e propria potenza che ha ribadito il grande successo della prima generazione, aumentando le vendite di un dispositivo grande sì ma che per tutto quello che offre è stato ed è tuttora amato da moltissimi utenti che faticano a separarsene.
Ieri invece è stato presentato il nuovo Galaxy Note 3 un device che Samsung ha voluto fortemente e che vuole portare ai massimi livelli. Il nuovo phablet dovrebbe quasi con certezza possedere un display da 5.68 pollici Full HD Super AMOLED con una risoluzione da 1920 x 1080. Dimensionalmente non differisce moltissimo dalla precedente versione anche se decisamente più squadrato nella parte anteriore.
Samsung ha pensato moltissimo a ciò che gli utenti preferiscono nel proprio smartphone e l’uso della penna è uno di questi. Per questo ha deciso di implementarla ancora. Samsung ha voluto cercare di personalizzare al massimo il proprio phablet con molteplici Flip Cover, custodie a libretto, di tutti i colori e di molteplici materiali, dalla simil pelle, al policarbonato, a tinta unita fino anche a cover con motivi particolari con la firma di importanti personaggi della moda come anche Moschino.
Novità oltre che al design anche per quanto concerne le funzionalità che il nuovo phablet presenta oggi. La nuova funzione Air Command che in qualche modo tende a realizzare diverse funzionalità come S Finder, album, e Pen Window. Una funzione simile a quella vista nella famosa ROM proprio per i device Samsung. Il comando può essere attivato in ogni punto dello smartphone, basterà toccare con la S Pen e il menù tondo comparirà permettendo di agire con ogni funzionalità.
Novità anche per quanto concerne le note scritte a mano. Dalla nota scritta a mano, infatti si può chiamare il numero scarabocchiato direttamente, salvarlo nei contatti, o fare qualsiasi altra cosa che si può fare con un numero digitato. Un indirizzo scritto a mano potrebbe anche essere raggiunto con lo stesso metodo inviandolo a Google Maps. Il Command Air può essere utilizzato anche mentre si naviga sul browser facendo attivare il nuovo ScrapBook, ossia una specie di blocco per gli appunti catalogati delle nostre notizie. Sul Note 3 è stato rinnovato anche il classico S Note, il blocco notes per prendere appunto. Un blocco completamente ridisegnato e con nuove funzionalità per le attività quotidiane. Oltretutto lo stesso S Note si potrà sincronizzare direttamente con Evernote.
Immancabile chiaramente il famoso Multi Window, uno strumento molto utilizzato per dividere in due lo schermo e realizzare simultaneamente due operazioni su due diverse applicazioni. Il Multi Window di Note 3 è stato rivisto e ampliato nelle proprie caratteristiche. Vi è poi anche Pen Window che consente di disegnare un’area dello schermo per lanciare un mini-app che galleggia in cima al resto dell’interfaccia utente. Sarà presente anche una nuova applicazione, My Magazine, una sorta di Flipboard o HTC BlinkFeed che permetterà di essere utilizzato come aggregatore di notizie sul proprio dispositivo.
Per quanto concerne il processore, ossia il cuore del dispositivo, visto che non sono ancora state ancora definiti, secondo le ultimissime notizie Samsung dovrebbe, come fatto per il Galaxy S4, proporre al pubblico una doppia versione del phablet. Una con il nuovo Exynos 5420 Octa Core da 1.8 GHz ed una con il potente Snapdragon 800 da 2.3GHz anche se purtroppo nulla di certo viene ancora confermato per entrambi. Accanto a tali potenti CPU invece come dichiarato prendono posto ben 3GB di RAM che potranno portare Jelly Bean ed il nuovo phablet a velocità e reattività mai viste in un dispositivo mobile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...