Studio Tedesco rivela:”Una sim, su 8 a rischio sicurezza”

20130723-091607.jpgLa sicurezza degli utenti e delle loro informazioni private è da sempre la prima fondamentale regola che gli operatori telefonici come anche i produttori di smartphone cercano di rispettare nella realizzazione di SIM e telefoni. Ma dagli ultimi rapporti sembra che tale sicurezza potrebbe essere decisamente messa in difficoltà da una pericolosa vulnerabilità presente proprio nelle schede telefoniche.
Secondo, infatti, gli studi portati avanti da tre anni da un ricercatore tedesco,una SIM su otto risulterebbe vulnerabile ad uno specifico tipo di attacco che potrebbe consentire ad un malintenzionato di eseguire operazioni specifiche ad un telefono agendo da remoto. Il rischio è elevato ed imminente, anche se semplice potrebbe essere la risoluzione del caso con la patch in grado di correggere il problema. Lo stesso ricercatore si dice pronto ad illustrare all’industria il bug, frutto secondo lo stesso, di una combinazione di tecnologie vetuste e software mal implementati che potrebbe consentire di aggirare le sicurezze addirittura tramite il semplice invio di un SMS.
Il problema sarebbe relativo al cosiddetto DES (Data Encryption Standard) e ad una chiave di sicurezza a 56-bit in grado di rivelare i dati così protetti dietro crittografia. Per fortuna le SIM protette da AES (Advanced Encryption Standard) non sembrano poter essere in questa fase vulnerabili almeno per il momento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...