Crisi:La vera estate sarà per pochi Italiani

20130616-091452.jpgSaranno 33 milioni le persone che in questo anno, in Italia, non andranno in ferie. Il 55 percento degli italiani dunque resterà a casa. La colpa, nemmeno a dirlo è della crisi, che sta costringendo milioni di italiani a tagliare le spese superflue, in primo luogo, appunto le vacanze. Al massimo la gran parte degli italiani si concederà un giro mordi e fuggi, nella località più vicina a casa, restandoci per poche ore. Il turismo quindi sta cambiando. I dati pubblicati dal Codacons parlano chiaro. Il numero di italiani che ha deciso di passare le vacanze in città è aumentato di ben sei milioni e solo la metà delle famiglie trascorrerà un periodo di vacanza compreso tra i 7 ed i 10 giorni. I numeri inoltre scendono ulteriormente se si considerano le persone che andranno in vacanza per un periodo di 15 giorni (35%). Oltre i 15 giorni di vacanza, per i pochissimi fortunati che potranno permetterselo, la percentuale scende al 15%. Comunque anche chi va in vacanza è costretto a tirare la cinghia, spendendo meno degli scorsi anni. I vacanzieri infatti spenderanno mediamente 97 euro al giorno contro i 104 del 2012, con una riduzione pro capite del 7,2 percento. La somma comprende le spese per gli spostamenti, per il cibo, per l’alloggio ed i divertimenti. Tra le mete preferite degli italiani rimane sempre il mare quella più gettonata, con il 65% delle preferenze. Le destinazioni preferite sono la costa dell’Emilia Romagna della Toscana e della Sicilia. Tra le mete estere invece, anche a causa dei prezzi più abbordabili, ci sono la Spagna, la Croazia e la Grecia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...