In futuro ci saranno solo dispositivi indossabili

20130525-085933.jpgLa nuova frontiera dell’industria tecnologica sembra essere proprio quella dei vari occhiali a realtà aumentata, degli orologi con cui parlare ed anche di tutto quello che le aziende più blasonate o le semplici startup saranno pronte a esternare al mondo intero nei prossimi anni. Sì perché il mercato se in qualche modo sembra essere saturo di smartphone, che cercano nelle particolari funzionalità di attecchire sugli utenti, è anche pronto ad accogliere con molto risalto ed eccitazione tutti quei prodotti tecnologici definiti come indossabili.
Proprio su questo si potrebbe parlare addirittura di un potenziale mercato con un valore di oltre 50 miliardi di dollari sviluppabile in soli tre anni, il Credit Suisse lo ha già previsto, proprio in vista del grande hype che sta accompagnando lo sviluppo dei Google Glass ma anche dei vari futuri e rumoreggiati smartwatch. Un tassello decisamente importante anche per una ulteriore crescita del mercato degli smartphone. Il rapporto del Credit Suisse stima come il mercato degli “indossabili” attualmente già si aggiri intorno ai 3-5 miliardi di dollari, con una previsione destinata ad aumentare addirittura di dieci volte nel corso dei prossimi 2-3 anni.
Numeri decisamente ambiziosi, che in qualche modo erano stati già esternati, anche se con molta indifferenza, da altri osservatori del settore. A gennaio, Juniper Research aveva stimato come il business dei vari occhiali ed orologi sarebbe cresciuto raggiungendo oltre i 70 miliardi di dollari entro il 2017, anche se la previsione partiva da una situazione leggermente più alta già nel suo punto di partenza.
Sempre secondo il Credit Suisse aziende come Apple se realmente producessero un proprio smartwatch, come da tempo si vocifera, potrebbero generare in solitaria addirittura fino a 10 miliardi di dollari di ricavi all’anno. Il mercato smartwatch attualmente è composto solamente da nove modelli, con opzioni come I’m Watch, Pebble o Sony Smartwatch. Poche versioni e poche funzionalità ma potenzialmente forti come basi per un incremento esponenziale decisamente importante. Ci vorranno significative fasi lavorative che permettano di aumentare la longevità della batteria, una migliore sincronizzazione con gli smartphone di ogni sistema operativo che non “svuotino” in pochi minuti l’autonomia dello stesso. Il Credit Suisse è fiducioso, tuttavia, su questo punto, in attesa di un aumento vero ed importante dell’autonomia degli smartphone e di tutti i dispositivi mobili entro il 2020.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...