Referendum Ilva:Taranto sceglie l’astensione,solo il 19% ha votato

20130415-092513.jpgCon la chiusura dei seggi delle 22 di ieri il dato finale della consultazione mostra numeri da deficit democratico: ha votato il 19,52 per cento degli elettori tarantini: 33mila 774 su 173mila e 61 (il totale degli aventi diritto). Il quorum era oltre gli 86mila voti (50,1 per cento).Numeri abbastanza sconcertanti. C’è chi,come le associazioni ambientaliste,ritiene l’esito del referendum sull’Ilva di ieri come un passo avanti,chi invece accusa la città di aver perso un’occasione importante per far sentire la propria voce(in entrambi i sensi di voto),io personalmente credo sia più un occasione persa.Certamente è vero che aver portato al voto circa 30mila cittadini tarantini è un ottimo dato,se si considerano le ultime 2 manifestazioni tenutesi in città il 7 aprile ed il 15 dicembre,ma è pur sempre vero che il lascito finale di questa consultazione lascia comunque l’amaro in bocca per le più di 100mila persone rimaste a casa a non votare,preferendo dunque il silenzio.Ora il punto è questo,essendo poche le occasioni destinate ai cittadini per esprimere la propria opinione,qualunque essa sia,non riesco a capire perché quella grande fetta di tarantini “assenteisti”non abbia ritagliato un’oretta della propria domenica per esprimere la propria opinione su un tema così importante.Si è dimostrata,quindi,a mio avviso una città apatica dove il “ce me ne fut a me” la fa da padrone.Penso anche che con questo atteggiamento di superficialità si sia coadiuvato l’operato di quei politicanti poco inclini a ragionare per il bene collettivo considerando la prospettiva di pochi(la solita casta) più importante della maggioranza.Bisogna inoltre dire che per indire e rendere possibile questa consultazione sono stati spesi soldi pubblici(circa 400 mila €),quindi nostri,ed è come se coloro che hanno optato per l’astensione abbiano pagato una cena senza però consumare il pasto.L’avreste mai fatto?Beh a quanto pare si…
Il Referendum,anche se consultivo,è uno strumento fondamentale per la vita democratica di una Nazione,grazie ad esso ,infatti,il cittadino è chiamato ad esprimersi direttamente,senza deleghe,su tematiche importanti,non parteciparvi significa ripudiare tale strumento e di conseguenza la democrazia.A Taranto,anche questo è accaduto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...