Ossessione da smartphone,una piaga ormai dilagante

20130410-151603.jpgNegli ultimi anni abbiamo assistito ad un importante aumento dell’uso dei telefonini,grazie anche all’aumento di accessori e servizi comunicativi offerti con il telefonino, ed in particolare con lo sviluppo di sempre più performanti funzioni e prestazioni, ovvero il passaggio da cellulare di vecchia concezione, al cosiddetto “smartphone”, si sta infatti assistendo ad un fortissimo incremento, quasi epidemico, della dipendenza da telefonino.
Lo sviluppo sempre più veloce e travolgente della telefonia mobile ha provocato numerose trasformazioni psico-sociali proprio attraverso l’introduzione di funzioni di scrittura, portabilità, raggiungibilità, velocità che prima il telefono fisso non aveva.
In tal modo con la moltiplicazione delle funzioni tecniche del telefonino come quelle di sms, mms, videochiamata, gestione della posta elettronica e possibilità di navigazione in rete ad alta velocità, si sono trasformate anche le funzioni psico-sociali del cellulare rendendolo uno strumento comunicativo che spesso si sostituisce a situazioni e a relazioni reali.
Conseguentemente all’evoluzione del mondo della telefonia mobile oggi, oltre alla generica e tradizionale funzione di comunicazione, il telefonino rappresenta uno strumento che riveste importanti funzioni psicologiche relative sia alla sfera individuale, che a quella relazionale, che sono però del tutto virtuali.
I rischi dunque sono quelli che il telefonino diventi un mezzo abituale per gestire tutte le relazioni in modo surreale, e che il suo iper utilizzo per la gestione delle relazioni e delle proprie emozioni e stati di solitudine si tramuti in vera e propria dipendenza.
Altro rischio possibile e conseguente all’uso eccessivo del telefonino è quello di far crescere in modo patologico i livelli quantitativi di stress e di ansia. Ciò è dovuto anche ed in particolare al fatto di poter essere raggiunti e controllati sempre e comunque, e di poter altrettanto raggiungere e controllare altre persone in qualsiasi luogo e momento.
Tali rischi derivanti dall’abuso del telefonino risultano maggiori nei giovani poiché gli anni di crescita e maturazione rappresentano proprio il momento di apprendimento e di esperienza delle dinamiche sociali ed interne personali.
Si può parlare di dipendenza quando la maggior parte del tempo e delle energie vengono spesi utilizzando il telefonino, creando in tal modo forti e disfunzionali menomazioni nelle principali e fondamentali aree esistenziali, come quella personale, relazionale, scolastica, familiare, affettiva, etc.
Il traffico telefonico quotidiano diventa così esorbitante e prevalente su tutto e su tutti e la persona impiega la maggior parte della propria vita, o comunque spazi e tempi davvero eccessivi, in attività connesse all’utilizzo del telefonino.
Le dinamiche di dipendenza da cellulare si possono sviluppare e radicare così tanto da assomigliare addirittura alle dipendenze da sostanze, con sintomi di “craving”, ovvero ripetuti pensieri e comportamento indirizzati verso la spasmodica ricerca di utilizzo del telefonino; di “tolleranza” o “assuefazione”, cioè l’intensa necessità di aumentare la dose quantitativa o spazio-temporale, per ottenere gli stessi effetti sperimentati in precedenza; ed infine di “astinenza” contraddistinta da malesseri psico-fisici in corrispondenza di una più o meno forzata assenza del cellulare.
Altri comportamenti che possono far sospettare una dipendenza da cellulare sono un atteggiamento di intenso attaccamento verso il telefonino, il rifiuto di distaccarsene anche per poco tempo, ed il suo utilizzo come unico mezzo di conoscenza e scambio interpersonale.
L’eccessivo utilizzo del cellulare ha portato con sé tali problemi e disturbi psichici, affettivi, emozionali, relazionali, ecc., da aver generato negli ultimi anni ulteriori peculiari problematiche e sindromi di natura mentale, certe volte in alcuni individui di pesante e grave entità, come: la Sindrome da Disconnessione, la Sindrome da Blackberry, la Dipendenza da Social Network e la Sindrome dello squillo o della vibrazione fantasma.
Come altre dipendenze anche quella da telefonino si manifesta maggiormente in individui con bassa autostima, difficoltà sociali, ansia diffusa, eccessiva sensibilità, pensieri ossessivi e comportamenti compulsivi.Insomma,oggi il cellulare è un oggetto assolutamente indispensabile. In alcuni casi effettivamente è così. Diciamola tutta: il cellulare da dipendenza. Guardo sempre con “dispiacere” le persone che, quando sei al bar, o al ristorante, invece di ascoltarti o di partecipare alla conversazione, armeggiano ininterrottamente con il telefonino o lo tengono appoggiato sul tavolo. Manco fossero chirurghi reperibili 24 ore su 24. Santo cielo, ma chi vi deve chiamare? Cosa state aspettando? L’ultimo sms pubblicitario della vostra compagnia telefonica???

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...