Napolitano affida il governo a “dieci saggi”

20130331-105839.jpg
C’è chi aveva ipotizzato le dimissioni del Presidente della Repubblica. E forse Giorgio Napolitano, nelle ultime dodici ore ci ha pensato veramente: “Evidentemente ho meditato a lungo le alternative”. Creare quel cortocircuito istituzionale per mettere a nudo, in tutta la sua interezza, quell’incapacità della politica nel risolvere lo stallo istituzionale. Un atto fortissimo che, nelle intenzioni mormorate, avrebbe potuto gettare le basi per quel balzo di responsabilità a cui il Quirinale non ha mai mancato di appellarsi. Dimissioni che nella sostanza avrebbero aperto la via a nuove elezioni. E invece? Invece il capo dello Stato ha stupito tutti e si è nuovamente, ancora una volta, caricato sulle spalle il peso dell’impasse. “Continuerò ad esercitare fino all’ultimo giorno il mio mandato, non nascondendo al Paese le difficoltà che sto ancora incontrando e ribadendo la mia fiducia nella possibilità di un responsabile superamento della situazione che l’Italia attraversa”. Nessun gesto estremo, quindi.

Terrà duro, non getterà la spugna, fino all’ultimo, sapendo bene quanto ancora persistano “posizioni diverse e inconciliabili” per la formazione del governo. E per l’ennesima volta ha pronunciato le parole che da giorni riecheggiano tra le stanze e i corridoi del Colle: “Serve accentuato senso di responsabilità”.

DIECI SAGGI AL GOVERNO DEL PAESE: ECCO CHI SONO
GRUPPI RISTRETTI
– Scartate le dimissioni, fatto il nuovo richiamo alla responsabilità, la prima soluzione. “Mi accingo chiedere a due gruppi ristretti di personalità” di formulare su temi istituzionali e economico-sociali, “precise proposte programmatiche oggetto di condivisione” da parte delle forze politiche, in vista di un possibile governo. Come dire, se non c’è il governo, almeno partiamo da un programma condiviso, autorevole e super partes, su cui le forze politiche tutte possano convergere. Misure necessarie e senza colore, ma che contribuiscono a trovare quelle certezze per adesso lontanissime. Nomi e volti che si scopriranno nel pomeriggio. E che molto probabilmente si insedieranno già da martedì prossimo. Alla prima rosa di nomi il compito di affrontare il nodo “politico istituzionale”, l’altro i temi “economico-sociali”: la base programmatica per il nuovo governo.

GRILLO: “IL CAPO DELLO STATO SARA’ SCELTO ONLINE”
GOVERNO USCENTE
– Su questo fronte, infatti, Napolitano, al suo posto fino all’ultimo, vuol far presto. E nell’attesa della formulazione della piattaforma programmatica manda un messaggio chiaro al Paese e ai mercati (con Piazza Affari che martedì avrà bisogno di risposte): l’Italia non è sprovvista di un governo. E in questo richiama la responsabilità del governo Monti: “Il governo uscente è un elemento di certezza. Sta per adottare provvedimenti urgenti per l’economia, d’intesa con la Ue e con l’essenziale contributo del nuovo Parlamento attraverso i lavori della commissione speciale presieduta dall’onorevole Giorgetti”.
Parole che nel giro di cinque minuti sparigliano. Così, dopo i no e i veti incrociati dei partiti, arrivano i no del Quirinale. No alle dimissioni, ai nomi dei leader, ma anche al governo del presidente. Meglio il programma, economico e istituzionale, di Napolitano.

NO A NUOVE ELEZIONI – Ma soprattutto il “no” con il peso specifico più rilevante, finché sarà il titolare del Colle, Napolitano non scioglierà le Camere. La via che condurrebbe a nuove elezioni, quindi, non è presa in considerazione. C’è chi infatti, tra i giornalisti, gli chiede se non sia più opportuno intraprendere la strada delle elezioni a ottobre, evitando in questo un accanimento terapeutico? Il capo dello Stato risponde secco: “È una questione che non mi interessa. Io sono in pieno semestre bianco, non mi interesso di problemi che non posso affrontare”.

REAZIONI PD – Uno dei commenti più attesi, quello del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, arriva un paio d’ore dopo le parole pronunciate da Giorgio Napolitano: “Siamo pronti ad accompagnare il percorso indicato da Napolitano. Un governo di cambiamento e una convenzione per le riforme restano il nostro asse”. Il Partito democratico, quindi, plaude e si stringe attorno alla scelta intrapresa dal Capo dello stato. Lo dice chiaramente Bersani, lo aveva detto poco prima l’ex ministro Paolo Gentiloni, renziano di ferro: “Napolitano ha indicato una strada nel pieno rispetto delle sue prerogative, ora tocca a noi seguirlo. L’Italia è in buone mani la decisione del Presidente di restare fino all’ultimo giorno, tranquillizza il Paese, i mercati e l’Europa”.

PDL – Una soluzione che piace al Pd, e non poteva essere altrimenti, ma anche al Pdl. Il primo ad esprimere soddisfazione per la scelta intrapresa dal Quirinale è Sandro Bondi, il coordinatore del Popolo della libertà: “Non c’è dubbio che in un momento così incerto e drammatico, la presenza del Presidente Giorgio Napolitano offra a tutti un punto di riferimento saldo e affidabile”. Gli fa subito eco Anna Maria Bernini, senatrice e portavoce vicario del Pdl: “Gli italiani aspettano da noi, al più presto, un governo politico nei pieni poteri. O che si torni al voto”. Nessuna ipotesi tecnica, nei fatti smentita dallo stesso Napolitano che la senatrice ringrazia: “Ci rassicura e rincuora la decisione del presidente Napolitano di restare in carica fino all’ultimo. Ci aspettiamo ora che anche il Pd rinsavisca dopo aver inseguito per oltre un mese soluzioni impossibili e velleitarie”.

5 STELLE, SI AVVICINA SOLUZIONE – Un Napolitano capitano coraggioso che ‘garba’ al Pd, al Pdl e al Movimento 5 Stelle: “Ovviamente se avesse assegnato a noi l’incarico per il governo sarebbe stata la scelta ottima, ma la strada scelta è quella che più si avvicina alla soluzione in un momento così difficile”, sottolinea a Sky Tg24 Claudio Messora, coordinatore della comunicazione al Senato dei grillini. Difficile per Grillo sganciarsi ora da Napolitano. Alla fine, in buona porta infatti, la proposta del Presidente si avvicina all’appello promosso dal blogger genovese che in assenza di un nuovo governo ha chiamato comunque ai lavori parlamentari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...